27 settembre 2013 Raffaello De Crescenzo

Con la data del 21 settembre si chiude ufficialmente l’estate e comincia l’autunno, stagione da tutti noi amanti del cibo e del vino considerata quasi sacra per via del Rito della Vendemmia e della raccolta delle olive.

Non solo….ricominciano gli eventi un po’ più seri e si chiude l’enorme capitolo “Sagropoli” che trasforma la nostra nazione in un susseguirsi di serate amene, molto spesso prive di una vera base storiografica e culturale di spessore.

Per carità, anche durante il resto dell’anno si organizzano sagre, però sicuramente in numero assai inferiore a quanto non accada durante la bella stagione….

Ora si rimettono nell’armadio costumi e vestitini estivi, assieme agli ombrellini da cocktail e agli spiedini di frutta, per fare spazio ai brasati, alle polente al sugo e a tutti i vini più strutturati.

In alcune regioni d’Italia la vendemmia è già iniziata, però, rispetto agli ultimi anni, la tendenza sembra quella di attendere un po’ di più. Abbiamo avuto un’estate un po’ meno calda delle ultime e quindi possiamo permetterci un leggero ritorno a tempi più vicini a quelli cui eravamo abituati.

Quest’estate ho avuto il piacere di concedermi un breve viaggio in Puglia e ho potuto apprezzare un Primitivo di Manduria Amabile ed un Verdeca della Masseria Ludovico (Mottola – TA) davvero interessanti, decisamente bevibili nonostante gradazioni alcoliche importanti.

Ora si ricomincia con una stagione che si preannuncia densa di avvenimenti stimolanti!!

E nelle vostre Regioni come prosegue la stagione? Tutti pronti per la vendemmia?

Quale sarà il vino dell’anno?

Io sono certo che ne vedremo ed assaggeremo delle belle…

grappolo

, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*