8 agosto 2014 Raffaello De Crescenzo

Quest’oggi degusto con piacere un vino che mi è stato gentilmente omaggiato dagli amici Luca Giampaolini ed Emanuele Morbidoni. Sono particolarmente curioso, anche perchè si tratta di un prodotto che può vantare tutte le certificazioni biologiche del caso.

Data degustazione: 6 agosto 2014
Vino: Pecorino I.G.T. – Colli Aprutini

Azienda: Cantina Torri (Torano Nuovo – TE)

Titolo alcolometrico: 13° alc.
Annata: 2013

fronte retro

Esame visivo:

– Limpidezza: brillante,
– Colore: giallo paglierino con intensi riflessi verdolini,
– Consistenza: abbastanza consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: intenso,
– Complessità: complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: Minerale, erbaceo, floreale (ginestra). Interessante perchè rivela qualcosa di diverso ad ogni olfazione…

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: abbastanza caldo
– Polialcoli: abbastanza morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza:abbastanza persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: leggermente petillant, può essere un’ottima alternativa ai soliti vini per aperitivi. Le componenti principali di questo vino sono legate alla sua notevole freschezza, alla sapidità ed alla mineralità. Mi piacerebbe provarlo con un tagliere di formaggi e salumi misti, anche speziati.

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: pronto,
– Armonia: abbastanza armonico.
– Mio voto in centesimi: 83. Tuttavia potrei rivedere tale valutazione: così tanta freschezza e sapidità, infatti, mi fanno pensare ad un vino che debba ancora esprimere a pieno il suo potenziale. Riproverei volentieri quest’annata tra uno/due anni.

, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*