2 febbraio 2015 Raffaello De Crescenzo

Data degustazione: 31 gennaio 2015
Vino: Rugaro Gold Offida Pecorino DOCG 2013 – Linea Pharus

Azienda: Cantina Colli Ripani

Titolo alcolometrico: 2013
Annata: 13,5° alc.

Rugaro - Fronte Rugaro - Retro

Esame visivo:

– Limpidezza: brillante,
– Colore: paglierino intenso con riflessi dorati,
– Consistenza:  consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: intenso,
– Complessità: complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: minerale, leggermente fragrante, floreale (ginestra, margherita), fruttato (pesca bianca, melone giallo).

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: caldo,
– Polialcoli: morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza: abbastanza persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: leggerissimo petillant, naso complesso, corpo potente…favoloso!
Già strappandolo capiamo che si tratta di un vino fuori dal comune. Poche volte, infatti, capita di ritrovarsi in mano un tappo di sughero di qualità….profumato!
Un bianco importante. Una delle più nobili espressioni di pecorino finora assaggiate. Davvero all’altezza delle aspettative che l’Azienda, con la Linea Pharus, intende perseguire.
Perfetto con i salumi della zona, tendenzialmente grassi, come il ciauscolo e con piatti importanti, privi di pomodoro come gli arrosti di pesce. La sua struttura permette di associarlo a piatti complessi: una bella alternativa ai verdicchi più potenti. Resta solo da valutarne la capacità di evolvere nel tempo…

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: pronto/maturo,
– Armonia: armonico.
– Mio voto in centesimi: 88/89

20150131_144454

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*