28 giugno 2016 Raffaello De Crescenzo

In alto i calici e….Skål!!

Si scrive “Skål“, si pronuncia “Skol”, si traduce….”salute” o “brindisi”!! E’ così che ci si augura il meglio quando si è tra amici, in occasioni di festa, in Danimarca, Svezia e Norvegia.

L’uso di questo termine si perde nella notte dei tempi e deriva dal nome di un recipiente, una coppa generalmente di legno, chiamata “skalar”, utilizzata per bere.
Il legno si preferiva al vetro per la sua resistenza e perchè, non potendosi rompere, garantiva l’impossibilità di procurarsi ferite.

Nel medioevo il brindisi aveva una grande importanza e serviva a suggellare le unioni in matrimonio, a celebrare un accordo raggiunto o a concludere il rito di giuramento al re.

Il termine è di orgine svedese, ma si è esteso alla Norvegia durante il XVII secolo ed è tutt’ora molto utilizzato!

Skål

Ricordatevo di usarlo, la prossima volta che volete fare un brindisi diverso dal solito….lasciando uscire lo spirito vichingo che è in voi…!!

, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*