9 maggio 2014 Raffaello De Crescenzo

Data degustazione: 8 maggio 2014
Vino: Malvasia – IGT Terre Aquilane

Azienda: Italo Pietrantonj (Vittorito, AQ)

Titolo alcolometrico: 13° alc.

Annata: 2012

Malvaia Pietrantonj - fronte Malvaia Pietrantonj - retro

Esame visivo:

– Limpidezza: limpido,
– Colore: giallo paglierino,
– Consistenza: consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: abbastanza intenso,
– Complessità: abbastanza complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: fruttato e floreale (glicine, mandorla).

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: caldo,
– Polialcoli: abbastanza morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza: abbastanza persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: a due anni dalla vendemmia, il vino presenta ancora un bel colore vivace, con un naso interessante sia per intensità che per complessità, pur senza voler stupire. In bocca ritorna un leggero sentore ammandorlato, supportato da un’alcolicità importante. Un vino che può reggere piatti di complessità differente.

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: pronto/maturo,
– Armonia:  abbastanza armonico,
– Abbinamenti: stuzzicheria da aperitivo, antipasti e primi piatti a base di pesce. Io l’ho provato con una padellata di scampi ripieni, cotti nello stesso vino.
– Mio voto in centesimi: 79

abbinamento

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*