28 luglio 2014 Raffaello De Crescenzo

Data degustazione: 26 luglio 2014
Vino: Verdicchio dei Castelli Classico superiore DOC

Azienda: Azienda Agricola Simonetti (Staffolo – AN)

Titolo alcolometrico: 14° alc.

Annata: 2012

foto 1 foto 2

Esame visivo:

– Limpidezza: brillante,
– Colore: giallo paglierino con lievi riflessi dorati,
– Consistenza: consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: intenso,
– Complessità: complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: Floreale (fiori secchi), fruttato (mango), miele.

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: caldo/alcolico
– Polialcoli: morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza: persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: al naso ho notato subito il miele, prima di tutta una serie di sentori legati al mondo floreale (fiori leggermente secchi) e fruttato (leggero e tendenzialmente esotico). La struttura potente e l’alcol si avvertono con piacere e si sposano bene con piatti saporiti e sfiziosi, come, perchè no, le trofie al pesto o tartine con salmone affumicato.

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: maturo,
– Armonia: armonico, pur con qualche riserva sulla possibilità di affrontare un’intero pasto solo con questo vino, per via della sua importante carica alcolica.
– Mio voto in centesimi: 86/87

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*