13 maggio 2014 Raffaello De Crescenzo

3

Cornice stupenda, compagnia eccellente, grande cura per la ristorazione, pesce fresco e vini all’altezza: ecco a voi gli ingredienti per una cena destinata inevitabilmente a lasciarmi soddisfatto.

2 8

Talmente soddisfatto da volerla replicare 24 ore dopo…

Sto parlando del Ristorante Les Parasols di Marcelli di Numana (AN), che ho recentemente scoperto grazie all’amico Roberto Orciani, noto nel mondo del vino per la sua competenza ed il suo seguitissimo blog nonsolotappo.

Ci eravamo ripromessi più volte di prenderci una serata per bere assieme qualche buon vino e mettere sul tavolo idee e progetti: l’arrivo della bella stagione ci ha fornito il momento giusto per passare dalle parole ai fatti.

4 5

Roberto ci teneva a provare il Muller Thurgau dell’azienda Vigna delle Forche, annata 2012. Secondo alcuni il miglior Muller d’Italia del 2012. Intenso e complesso, al naso rivela sentori di erba medica e lievi note di bosso: netto e pulito come il cielo terso di una giornata d’estate.
In bocca è piacevole, con una bella acidità persistente ed una intensa mineralità.

Abbiamo scelto di iniziare la nostra cena con il mix di antipasti di pesce: 9 freddi e 4 caldi. Senza voler parlare troppo dei cibi, davvero sfiziosi ed accattivanti anche per come vengono presentati, Les Parasols è sicuramente il locale ideale per chiunque abbia voglia di rilassarsi un po’, godendo di una stupenda vista sul mare e scegliendo tra una carta dei vini essenziale, ma che presenta anche delle vere e proprie chicche….

14 15

…come il sorprendete Sauvignon sloveno Jakoncic del 2012. Un prodotto che merita davvero una nota di merito, già presentandosi con un naso complesso ed interessantissimo che rivela salvia, bosso, timo, erbe officinali, melone bianco e chissà quanto altro ancora…. In bocca è persistente, intenso, complesso. Un vino con una bella struttura: di personalità. Capace di reggere bene i piatti di pesce anche più elaborati…

21 18

…come, ad esempio, le polpette di pesce spada o, ancor meglio, lo stesso spada a tranci, con mandorle e purea di lamponi…
Con quest’ultimo piatto (provato la sera successiva, quando ho deciso di tornare a visitare questo locale con altri amici), ho voluto assaggiare la Falanghina “Morabianca” di Mastroberardino del 2012.

22

 

Un vino corretto, con un naso complesso (fiori gialli, menta, mela verde e pesca bianca) e una bella beva, grazie alla sua freschezza e ad una buona sapidità.

La serata si è conclusa in compagnia del titolare, Roberto Moretti, persona squisita, che ci ha gentilmente offerto 3 belle possibilità per concludere alla grande la serata….

24

…accompagnando degnamente il dolce: bello nell’aspetto quanto appagante nel sapore…

23

Cosa voglio di più dalla vita??!!?? Bè…un altro week end come questo non sarebbe male…
(nel frattempo, però, qui trovi tutte le foto di queste 2 splendide serate!!)

, , , , , , , ,

Comment (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*