1 luglio 2014 Raffaello De Crescenzo

Data degustazione: 27 giugno 2014
Vino: Ghiffa – Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore

Azienda: Colognola, Tenuta Musone (Cingoli – MC)

Titolo alcolometrico: 13,5° alc.

Annata: 2012

2014-06-27 21.33.16 2014-06-27 21.33.28

Esame visivo:

– Limpidezza: brillante,
– Colore: giallo paglierino,
– Consistenza: abbastanza consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: abbastanza intenso,
– Complessità: complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: Erbaceo, fiori gialli, leggera mela matura.

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: caldo,
– Polialcoli: abbastanza morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza: abbastanza persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: Bellissima acidità, buon corpo. Non a caso l’annata del 2011 di questo vino è stato premiata come il miglior vino nell’edizione 2013 de “Il Viale dei Sapori” per accompagnare lo stoccafisso. Ha una struttura che gli permette di supportare piatti succulenti e complessi a base di pesce (senza pomodoro), ma anche formaggi stagionati. Se ce ne saranno ancora bottiglie, sarà interessante riassaggiarlo tra uno, due e tre anni.

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: pronto,
– Armonia: abbastanza armonico,
– Mio voto in centesimi: 85 (per ora…)

, ,

Comment (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*